Accedere al portale dell’INPS con SPID: una guida rapida


pic

Il portale telematico dell’INPS consente di accedere a un gran numero di servizi online, ed è oggi accessibile esclusivamente tramite identità digitale. Vediamo i dettagli in questo articolo.

MyINPS: i servizi online dell’INPS

Al pari di tutte le pubbliche amministrazioni, l'INPS aderisce alle Linee Guida dell’AgID, attuando di fatto il Codice per l’Amministrazione Digitale (CAD), entrato in vigore nel 2006 per semplificare i rapporti tra cittadini ed enti pubblici.

Da quel momento in poi i servizi al cittadino disponibili online sono aumentati: attraverso la sezione riservata del portale, MyINPS, si può accedere al proprio fascicolo previdenziale, compilare il modello 730 semplificato e gestire contratti e rapporti di lavoro.

Attraverso il Portale dei Pagamenti è possibile inoltre effettuare i pagamenti dei bollettini online pagoPA, mentre il Portale per le Famiglie ha il ruolo di fare informazione e offrire assistenza ai genitori per misure come l'Assegno Unico e le altre destinate alle famiglie. Permette anche di simulare gli importi dei vari contributi.

Quali bonus richiedere sul portale dell’INPS?

Dal portale INPS Online è possibile richiedere non solo prestazioni sociali (es. Reddito di Cittadinanza o Congedo di maternità), ma anche bonus finanziati dal Governo. Alcuni di questi sono:

  • Assegno Unico Universale
  • Bonus Psicologo
  • Bonus Partita IVA 2022
  • Bonus Bebè, o assegno di natalità
  • Bonus Cicogna, riservato ai dipendenti del Gruppo Poste Italiane SpA e ai dipendenti ex IPOST

L’identità digitale per i servizi online dell’INPS

Per comunicare ufficialmente con la Pubblica Amministrazione (vedi articolo 65 del Codice dell’Amministrazione digitale) il cittadino oggi deve identificarsi online "attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), la carta d'identità elettronica o la carta nazionale dei servizi".

Da Ottobre 2021 l’INPS infatti ha reso obbligatorio l'abbandono del vecchio PIN per passare all'identità digitale, e questa attualmente rappresenta l’unica via d’accesso ai servizi telematici dell’Istituto.

In particolare, le credenziali necessarie per poter accedere al portale sono:

  • SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale)
  • CIE (Carta di Identità Elettronica)
  • CNS o TS-CNS (Tessera Sanitaria - Carta Nazionale dei Servizi)

SPID per portale INPS: come accedere

Fare accesso al portale INPS con SPID è semplice: innanzitutto è necessario individuare (nella homepage del portale) la sezione Entra MyINPS. Una volta dentro la pagina d’accesso ai servizi online dell’INPS, bisogna selezionare dal menu in alto la voce "SPID".

Cliccando poi su "Entra con SPID" si potrà visualizzare un altro menù a tendina, dal quale selezionare il provider della propria identità digitale (qui facciamo l'esempio di InfocertID) e si aprirà poi una nuova pagina, che riporta la dicitura "Richiesta di accesso SPID di livello 2 da INPS", dove vanno inseriti username e password dell'identità digitale InfoCert. 

Poiché si accede con SPID di livello 2, è richiesta un'ulteriore verifica dell’identità, dunque è necessario inserire la password OPT - temporanea - che può essere ricevuta via SMS o generata dall’app collegata all’identità digitale.

Nel caso di SPID Infocert, l'app a esso collegato è MyInfoCert, che permette di accedere tramite SPID anche scansionando un QR code, che si aggiorna automaticamente ogni 30 secondi.

Come ottenere SPID di livello 2

Grazie a SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), tutti i cittadini italiani maggiorenni possono accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione tramite semplici credenziali come username e password.

Sul sito Patronato.com lo SPID può essere richiesto Online, tramite Video Riconoscimento e comodamente da casa.

 

Hai bisogno dello SPID?

Attivalo Online, tramite

Video Riconoscimento

RICHIEDI SPID ONLINE

Accedere al portale dell’INPS con SPID: una guida rapida

Torna alle News

Firma Digitale

Per ottenere l'identità digitale e accedere allo SPID è necessario effettuare il processo di identificazione presso gli Identity Provider. La firma digitale è lo strumento più diffuso di identificazione

www.firmadigitale.com


PEC

La Posta Elettronica Certificata è utile per ricevere le credenziali per i livelli più bassi di sicurezza e per richiedere la sospensione del servizio

www.legalmailpec.it


Visure Camerali

Per presentare la richiesta di adesione dell'identità digitale, in caso di persona giuridica, è necessaria la visura camerale attestante i poteri di rappresentanza conferiti alla persona fisica che sottoscrive e presenta l’istanza.

www.ufficiocamerale.it

Fatturazione B2B e PA

Con il servizio di fatturazione elettronica le imprese possono emettere, firmare e conservare le fatture con pochi clic e lavorare con la Pubblicare Amministrazione.

www.fatturazioneb2b.com/


Marche Temporali

La Marca Temporale certifica la data di esistenza di un documento elettronico ed estende la validità di un documento informatico oltre la data di scadenza del certificato di firma digitale.

www.marchetemporali.com